💲Il nostro portfolio💲

Buongiorno Italo australiani!

Siamo veramente soddisfatti di vedervi sempre più numerosi sul nostro blog! Se volete sempre rimanere al passo con gli ultimi post non dimenticate di lasciare un like sulle nostre pagine Facebook e Instagram oppure iscrivervi alla nostra newsletter sul nostro website!

Oggi vorremmo condividere con voi nel dettaglio i nostri investimenti attuali e futuri, in modo tale da darvi una panoramica generale della nostra situazione.

Qui sotto trovate uno spaccato del nostro portfolio ad oggi.

Come vedete la decisione di investire in immobili all'inizio del nostro percorso ha avuto un impatto significativo sul nostro net worth, presto si comincerà a vedere uno spostamento più significativo verso il mercato azionario.

Inizialmente il nostro progetto era quello di comprare/costruire dieci investment properties, in dieci anni venderne la metà per pagare le restanti cinque e vivere attraverso i versamenti dell'affitto di quest'ultime.

Tutto questo sarebbe stato possibile se non fosse che:

1) Abbiamo scoperto di non poter piu' fare affidamento sulla vecchia regola che ogni immobile in Australia raddoppia il suo valore ogni dieci. Molte suburbs ancora oggi vantano crescite esponenziali,ma a mio parere siamo arrivati ad un punto del mercato dove la crescita non sarà più cosi consistente come negli ultimi 30 anni.

Secondo le previsioni, infatti, Queensland e South Australia avranno crescite rispettive del 22% e 11% da qui al 2022.

2) Le banche stanno nettamente riducendo il rischio con i creditori (probabilmente in vista di una crisi finanziaria), di conseguenza non è più possibile ottenere prestiti per più di due immobili almeno che questi non stiano salendo vertiginosamente o abbiate un sostanzioso stipendio.

3) Il costo di acquisto per un immobile è incredibilmente impegnativo qui Down Under.

Potete trovare tutta la lista di queste spese nel nostro post qui:

https://www.italoaustralianoblog.com/post/rentinvesting


Per queste ragioni al raggiungimento del nostro limite di prestito abbiamo abbandonato il progetto immobiliare in cerca di alternative : Il mercato azionario. Come già ribadito nei post precedenti però, noi di Italoaustraliano rimaniamo fermamente convinti che il Realestate offra comunque vantaggi incredibili, di conseguenza abbiamo deciso che non venderemo le nostre proprietà almeno per il momento. Saremo più che felici di sapere da voi le vostre opinioni in merito.

In fin dei conti l'importante rimane continuare ad investire in asset solidi, che generino un ritorno accettabile.

Dobbiamo ammettere che siamo molto soddisfatti dei risultati che abbiamo ottenuto in meno di 2 anni e non vediamo l'ora di vedere cosa potremo raggiungere in quelli a venire :)

LA NOSTRA STRATEGIA

Al momento oltre ai pagamenti dei mutui riusciamo a risparmiare circa $5000 dollari al mese con i quali acquistiamo ETF's o LIC's. Abbiamo cominciato questo percorso di accumulo azionario nel giugno 2019, di conseguenza il progetto per i primi 12 mesi sarà quello di acquistare solamente azioni di aziende australiane e sfruttare il bonus dei franking credits per velocizzare la fase di accumulo. Le Franking credits meriterebbero un post a parte, che probabilmente scriveremo nei prossimi mesi, in quanto sembra che abbiano addirittura condizionato i risultati delle elezioni politiche 2019. Per darvi una veloce idea si tratta di un vantaggio fiscale per gli investitori Australiani in aziende Australiane, ed evitare una doppia tassazione sui profitti (Azienda + Azionista). Grazie alle Franking Credits LIC's come Milton riescono ad offrire una rendita annuale aggiuntiva del 1.7%!Di fatto rendendolo il miglior mezzo di accumulo per la prima fase del nostro percorso come investitori.



Siamo consapevoli di correre un rischio maggiore, investendo tutto in un solo mercato. Per il momento lo riteniamo accettabile, a patto che sia solo per un periodo ristretto di tempo. Passati i 12 mesi cominceremo ad acquistare anche ETF stranieri per diversificare il portfolio in maniera tale da mitigare ulteriormente i rischi.

Nei prossimi 8 anni infatti il nostro portfolio dovrebbe di nuovo cambiare volto prendendo più o meno la forma in esempio qui sotto:


-Milton (LIC) 60% : investe nell' ASX200, 100% franked dividend, costo 0.14% del totale degli asset.

-VTS 30%: ETF che traccia il CRSP US Total Market Index, per farla breve tutto il mercato americano.Costo 0.03% del totale degli asset.

-VEU10%: ETF che traccia l'indice di tutti i mercati al di fuori dell' Americano.Costo dello 0.09% del totale degli asset.

Da sottolineare come questi fondi siano stati scelti si per l'ottimo rendimento fornito negli ultimi 10 anni, ma anche e soprattutto per il loro costo ridotto.

Non smetteremo mai di ripeterlo: Non possiamo controllare il mercato ma possiamo sempre controllarne i costi.

Nel lungo termine crediamo che mantenere i costi ridotti nel nostro portfolio sia una scelta vincente, d'altronde non ritireremo i nostri soldi per almeno 20 anni!

Inoltre gli ETF's che abbiamo scelto sono in circolazione da moltissimo tempo, Vanguard è un'azienda molto rispettata nel mondo della finanza, mentre Milton ha uno storico di distribuzione in costante crescita negli ultimi 20 anni. Ovviamente come sempre, queste sono solo nostre opinioni e non suggerimenti finanziari, rivolgetevi sempre ad esperti del settore se non siete sicuri prima di prendere qualsiasi decisione.


FIRE NUMBER



Considerando che al momento stiamo vivendo comodamente in due spendendo meno di $40000 all'anno, il nostro net worth dovrebbe essere di circa $800.000 per coprire le nostre spese. Con questo non siamo ancora sicuri se smetteremo di lavorare completamente o meno una volta raggiunto FIRE, tanto meno se avremo bisogno di più liquidità in futuro. Di sicuro saremo in una perfetta posizione finanziaria per decidere il meglio per noi e dedicarci di più a cosa amiamo fare (per esempio il nostro blog:) ndr.)

Stiamo considerando se spostarci in un paese che offra un costo della vita più basso per ridurre il nostro FIRE NUMBER, e abbiamo in arrivo un articolo dedicato esclusivamente a questo tema, quindi rimanete sintonizzati!:)

CRISI IN ARRIVO?

Da ormai 2 anni non sentiamo altro che parlare di crisi imminente. Giornali e siti internet non parlano di altro,sembra essere sempre dietro l'angolo ma per ora ancora nulla.




Siamo ancora nuovi a questo mondo e, ad essere sinceri la possibilità di aprire la nostra brokarege app e vedere consistenti perdite ogni giorno un po' ci spaventa. Allo stesso tempo un' eventuale GFC (Global Financial Crisis) potrebbe essere una grande occasione per comprare a prezzi stracciati ottime aziende ogni mese e di consegueza generare più margine di guadagno sul lungo termine. Dovremo essere molto forti psicologicamente per resistere a non vendere le nostre azioni nonostante le turbolenze del mercato e concentrarci a continuare a risparmiare e comprare. Sarà una grossa sfida ma avremo l'opportunità di "walk the talk" e velocizzare il nostro percorso,ricordatevi che in borsa si perde solo quando si vende.

Al momento ci sono tutte le caratteristiche che puntano ad una crisi nel 2020, tassi molto bassi in tutto il mondo,che di solito sono un tentativo delle banche centrali di stimolare gli individui a spendere , mentre in US i bond a tre mesi hanno superato il rendimento di quelli a 10 anni, un chiaro segno che il mercato prevede più rischi nell'immediato che nel lungo termine (inverted yield curve), il tutto contornato da prezzi delle azioni altissimi e mai registrati. Nessuno può prevedere con esattezza quando e se un crisi avverrà nei prossimi anni, non ci resta che continuare con il nostro percorso di accumulo e guardare oltre, diversificando il più possibile e comprando aziende forti e stabili.

Voi cosa farete una volta raggiunto FIRE? che azione la fa da padrone nel vostro portfolio?come vi state preparando ad una eventuale crisi?

Happy investing!

Italo australiano:)




0 visualizzazioni
 

©2019 by Italo australiano. Proudly created with Wix.com