🤠Mr. Passive investor (Parte 1)🤠

Abbiamo già nominato la parola "passive" investor nel post "Lo sfortunato Bob", se non lo avete ancora letto ve lo consiglio.

Per passive investors si intendono quelle persone che investono costanti quantitativi di denaro ad intervalli di tempo specifico in assets che generino un ritorno "passivo". Questo è sicuramente il metodo di investimento più comune nel mondo FIRE, ed anche il nostro preferito.

Ma andiamo a scoprire alcuni strumenti utilizzati dai passive investors:

1) ETF's: Gli "Exchange Traded Funds" sono pacchetti di azioni che hanno come scopo di riprodurre le performance di un certo indice, come per esempio lo ASX200 che raggruppa le duecento più grosse aziende australiane. Con l'acquisto di un ETF si hanno accesso a più porzioni di tantissime azioni, diversificando di fatto il portfoglio. I costi di questi strumenti sono molto bassi in quanto non gestiti attivamente da nessun fund manager (0.06% il più economico in Australia -A200 beta shares-) Questo strumento è di gran lunga il più usato per raggiungere FIRE.

2) LIC's: Le "Listed Investment Companies", come gli etf's di cui sopra, sono pacchetti azionari riguardanti un certo indice, che però a differenza di questi ultimi hanno lo scopo di battere le performance dell'indice stesso. Per questa ragione necessitano di un fund manager, incrementando i costi di gestione. Detto questo però, è giusto specificare che esistono Listed invested company oggi che offrono ottimi prezzi (0.14%).

Non sempre offrono ritorni superiori a quelli degli ETF's.

3) BOND: Forse il meno sexy di questa lista, soprattutto in questo clima finanziario che ha portato i tassi ad essere bassissimi. Indicativamente sono prestiti ad enti, di solito governativi, in cambio di un interesse "garantito". Vale la pena sottolineare anche che più il tasso promesso è alto, più -di solito- il rischio è maggiore.

4) P2P: Il "Peer to Peer landing" a mio avviso potrebbe essere il più pericoloso tra gli strumenti citati sopra. Il P2P è un prestito tra individui privati, che taglia fuori l'ente finanziario. Se ci pensate bene potete capire la ragione per cui lo definisco rischioso...no? Generalmente ci si rivolge a queste piattaforme per farsi prestare denaro nel caso in cui le banche o finanziarie non ci ritengano affidabili. I pro? ottimi tassi di interesse! a volte anche 10% annui con un minimo di investimento di $1000.

Questi sono solo i mezzi che la comunità FIRE ritiene più utili, ovviamente ne esistono tantissimi altri e vi invito a condividerli con noi nella sezione commenti :)

Noterete come non viene menzionato il tanto amato Real Estate, nonostante ogni giorno lo scammer di turno sulla nostra feed di facebook cerchi di convincerci che Investire tutti i nostri risparmi in un development project abbia un ritorno del 70%. Mi piace pensare che qualcuno di loro dica anche la verità, ma non cercherò di scoprire chi con i miei soldi.

Scherzi a parte la ragione per cui non vengono menzionati gli investimenti immobiliari è semplicemente perché creano tantissimo lavoro. Pensateci bene, firmare documenti, pagamenti in banca, manutenzione dell'immobile, property management.. insomma una lista lunga. Detto questo, noi di Italo australiano investiamo anche in immobili, ma non lo definiamo affatto passive, nonostante esistano piattaforme e strumenti che aiutano a renderne molto più semplice la gestione.

Se proprio amate follemente il Real Estate (come noi) ma allo stesso tempo non volete o non potete dedicare troppo tempo a questo asset, prendete in considerazione un EFT che investe in immobili, in questo modo non dovrete nemmeno far fronte ad enormi spese iniziali come deposito o stamp duty.

Voi in che cosa investite? Scriveteci!

Nel prossimo post scopriremo come usare gli strumenti che abbiamo citato oggi per generare uno stipendio passivo!

Continuate a seguirci!

Italo australiano :)

65 visualizzazioni

©2019 by Italo australiano. Proudly created with Wix.com